L'orientamento della tua casa

Posted by Gianluca 03/08/2016 0 Comment(s)

Una corretta esposizione dei locali è molto importante sia per la qualità dell’ambiente domestico sia per i costi di gestione della casa. Già nell'antichità i Greci e i Romani progettavano gli insediamenti e le abitazioni seguendo determinate regole volte a sfruttre il calore  e la salubrità del sole.

In genere, se ci si trova nell'emisfero settenrionale, è preferibile sviluppare l'edificio lungo l'asse Est-Ovest, in modo da avere superfici vetrate a Sud e coperte a Nord.

Considerando la disposizione interne, è facile intuire che è preferibile disporre a Sud le stanze nelle quali si passa la maggior parte della giornata. La cucina trova la sua posizione ottimale a Sud-Est e il soggiorno a Sud-Ovest per usufruire del sole pomeridiano.

Nord spazi che non necessitano di particolare illuminazione, come vani scala, ripostigli, bagni e corridoi. Gli ambienti di servizi collocati sul lato più freddo dell'edificio funzionano da cuscinetto termico per la zona giorno.

A Est abbiamo l'orientamento ottimale per la zona notte, dove i primi raggi di sole consentono di iniziare bene la giornata

Per la tonalità calda e intensa della luce nelle ore pomeridiane, la zona Ovest è adatta ad ambienti atti al rilassamento e di studio. Basta pensare all'effetto benefico dei raggi di sole al mattino per iniziare nel migliore dei modi la giornata.