In ripresa il mercato immobiliare italiano

Posted by Gianluca 04/12/2019 0 Comment(s)

Il mercato immobiliare italiano si sta gradualmente riprendendo, nonostante le difficoltà economiche del Paese. Si rileva, infatti, nell'ultimo anno un aumento della domanda di immobili residenziali.

Secondo la Banca Centrale Europea l'indice nazionale dei prezzi delle case è calato dello 0,8% nel terzo trimestre del 2018. Contestualmente i prezzi delle case sono aumentati dello 0,6%, e se consideriamo anche l'inflazione i prezzi sono aumentati dell'1,4%.

 

Al contrario, secondo le rilevazioni ISTAT, nello stesso periodo, i prezzi delle case già in vendita sono diminuiti di quasi 1,30%. 

 

Il prezzo medio delle nuove case messe in vendita in Italia è stato di €4.500 al mq. Secondo Idealista.it questo prezzo medio è superiore del 24% circa rispetto a quello delle case già in vendita al momento della rilevazione.

 

Dunque, sia la domanda che l'offerta di immobili residenziali è aumentata, secondo il Centro Studi di AbitareCo le vendite di immobili residenziali sono aumentate del 2,3% nei primi tre trimestri dell'anno, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Sono stati necessari in media 5 mesi per vendere una nuova casa rispetto ai quasi 7 mesi necessari per vendere nello stesso periodo dell'anno precedente.

 

Come sono cambiati i prezzi delle case nelle città italiane

 

Milano si conferma la città più "costosa" d'Italia, secondo Idealista.it, con un prezzo medio in aumento del 3,3% a €6.750 al mq.

A Roma, città più grande dello stivale, i prezzi delle nuove case si sono attestati in media a €6.300 al mq a fine 2018, con un aumento dell'1,2% rispetto all'anno precedente.

Nelle principali città italiane:

 

  • Firenze: i prezzi  sono aumentati dello 0,8% con una media di €4.800 al mq.
  • Torino: il prezzo medio di nuove abitazioni è aumentato del 2,3% a €4.450 al mq.
  • Napoli: i prezzi sono aumentati dell'1,2% con una media di €3.800 al mq.
  • A Bologna sono aumentati dello 0,7% a €3.700.
  • Genova dello 0,6% a €3.300.
  • Palermo aumento rilevato dello 0,4% a €2.900